Cos l'Angelini sottolinea l'intensit con cui Natale Mocchi ricorda la mamma:

...... In una lirica descrittiva pi che aneddotica, eppure intimista, non poteva mancare la nota familiare, anzi, ritorna spesso.

Qui colta nel suo momento pi cordiale e patetico:

Il ricordo della mamma

M mama l'r n dona piculna,
tta tirnta, svlta me un psslin,
tt i matin l'andava a la so mssa
cun i farg dl pn in d'un scartss.


I pivin che da l'alt a la vedivan,
i gh'andavan incuntra
e i gh' vulavn intran.


Ma una matina d mrs
cul cil nglnt e griis
i pivin ch'la spetavan
l'hn vista no riv.


Hn vist un cr atravers la pissa . . .
I-en vul pr'ari
e tt'insma l'han cumpagn in cil.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ascoltala recitata