CARLO CIPOLLA                                                                          da fonti varie in Internet

Storico italiano, specializzato in storia economica

Personaggi della Letteratura

Pavia e dintorni - Personaggi della Letteratura

 

Carlo Cipolla, nato a Pavia il 15 agosto 1922 e morto sempre a Pavia il 5 settembre 2000, fin da giovane aveva sempre desiderato insegnare storia e filosofia in un liceo.

Si iscrisse dunque alla facoltÓ di Scienze Politiche dell'UniversitÓ di Pavia dove, grazie al professor Franco Borlandi, esperto di storia economica medievale, scoprý la propria passione per la storia dell'economia.

Dopo la maturitÓ studia alla Sorbona di Parigi e alla London School of Economics.

Cipolla ottiene la sua prima cattedra di storia dell'economia a soli 27 anni (1949) a Catania.

 

SarÓ soltanto la prima tappa di una lunga carriera universitaria in Italia (Venezia, Torino, Pavia, Scuola Normale Superiore di Pisa e Fiesole) e all'estero.

Nel 1953 Cipolla si reca negli Stati Uniti come Fulbright fellow, e nel 1957 sarÓ "visiting professor" all'UniversitÓ di Berkeley in California, prima di essere nominato "full professor" due anni pi¨ tardi.

Proprio negli Stati Uniti  aggiunge una M come iniziale di un secondo nome, che per˛ all'anagrafe non ha, ma che conserva per le sue pubblicazioni, anche per distinguersi da studiosi omonimi, come lo storico Carlo Cipolla (1854-1916); in pratica aggiunge la iniziale M per riempire la casella "middle name" compilando i moduli dell'universitÓ di Berkeley dove si era trasferito negli anni '50.

 

Cipolla si divertý ad "approfondire" il tema della stupiditÓ umana formulando la famosa teoria della stupiditÓ, enunciata nel suo arguto libello intitolato "The Basic Laws of Human Stupidity" (stampato per la prima volta nel 1976 come regalo di Natale per gli amici) poi pubblicato in italiano nel 1988 come "Allegro ma non troppo" (Il Mulino, 1988, ISBN 8815019804) e tradotto in almeno 13 lingue.

L'UniversitÓ di Pavia gli ha conferito una laurea honoris causa nel giugno 1992 e gli ha intitolato il Dipartimento di Scienze Storiche e Geografiche, il quale lo ricorda ogni anno con una conferenza di argomento storico nella settecentesca Aula Foscoliana.
 

 

 

-

-

-

Le Vostre Pagine  Le Vostre testimonianze, fotografie, aneddoti, ecc. che ci avete inviato.

Data:

Inviato da: