1155 - FEDERICO BARBAROSSA IMPERATORE                     Tratto da: fonti varie internet

Eventi Storici

Pavia e dintorni - Eventi Storici

Figlio del duca di Svevia, Federico II Staufer o Hohenstaufen, detto il guercio e di Giuditta di Baviera, figlia del duca di Baviera, Federico, noto comunemente con il nome di Barbarossa a causa della sua capigliatura e barba dello stesso colore, assunse il titolo di duca di Svevia nel 1147, di sovrano di Germania nel 1152 e di imperatore nel 1155.

La sua politica fu caratterizzata essenzialmente dalla conciliazione con i grandi feudatari in Germania, mentre in Italia dalla affermazione della supremazia dell'impero sul papato e sui liberi comuni.

Dotato di una forte personalità individuale, e di un'altrettanto carisma politico, Federico I Barbarossa è rimasto nella storia come una figura mitica e leggendaria. Dopo avere assunto la corona reale in Germania, Barbarossa si rivolse contro i liberi comuni italiani appena costituiti, i quali si consideravano ed agivano come piccoli stati indipendenti.

Come tali, i comuni conducevano una strenua lotta sia tra loro, sia contro ogni autorità esterna che avesse potuto in qualche maniera ostacolarli. L'imperatore ne approfittò per ribadire la propria autorità nelle zone facenti parte del dominio territoriale del Sacro Romano Impero.

Federico I si trovò così costretto a passare a vie di fatto tra il 1154 e il 1155. Scese in Italia attraverso i valichi montani del Tirolo, poi fece riunire nella città di Roncaglia, presso Piacenza, una riunione di rappresentanti comunali a lui fedeli per decidere il comportamento da tenere nei confronti di Milano, il libero comune che si stava dimostrando più riottoso e bellicoso degli altri.

In questa occasione Barbarossa insediò a Pavia un proprio rappresentante imperiale.

Dal punto di vista militare Barbarossa attaccò, prese e incendiò le città ribelli di Chieri, di Asti e di Tortona. Inoltre ordinò al suo esercito il saccheggio di gran parte del territorio milanese, ma optò di non attaccare direttamente per vie militari il capoluogo lombardo.

Si insediò per quasi cinque mesi a Pavia, dove nella primavera del 1155  volle ribadire la propria autorità cingendosi il capo con la corona reale italica (corona ferrea), proclamandosi imperatore, nel corso di una solenne cerimonia nella basilica di S. Michele Maggiore, cerimonia ripetuta il 18 giugno dello stesso anno , a Roma alla presenza del Papa.

Poi con l’esercitò si spostò verso i territori centrali della penisola marciando su Roma per ottenere dal Papa il riconoscimento all’investitura di imperatore del Sacro Romano Impero.


 

Federico Barbarossa e Pavia  -  di Alberto Arecchi / Liutprand.it

-

-

Le Vostre Pagine  Le Vostre testimonianze, fotografie, aneddoti, ecc. che ci avete inviato.

Data:

Inviato da: